PIANO DI MIGLIORAMENTO

 

Le indicazioni normative, le Linee d’indirizzo fornite dal Dirigente Scolastico al Collegio dei Docenti e gli obiettivi di miglioramento che il Collegio dei Docenti ha approvato nell’ambito del Rapporto di Autovalutazione, hanno permesso di declinare in termini operativi le azioni che l'Istituto intende attuare nel triennio 2016/19.

Viene pertanto delineato un Piano di Miglioramento (PM) strutturato a partire dai seguenti obiettivi prioritari:

  •           diminuire la dispersione scolastica;
  •           migliorare gli esiti delle materie scientifico-tecnologiche in uscita dal primo biennio;
  •           migliorare le competenze in lingua inglese del secondo biennio e dell'ultimo anno del percorso di studi;
  •           migliorare il rapporto con il mondo del lavoro.

Per ogni obiettivo viene definito un progetto, articolato in molteplici azioni che declinano in termini fattivi l'impegno quotidiano della scuola per un miglioramento continuo. Detto miglioramento ovviamente non nega la validità di quanto fino ad oggi posto in essere per l'ampliamento dell'offerta formativa ma, in continuità con le migliori esperienze del passato, assume l'elemento dinamico della verifica, del controllo, dell'eventuale riprogrammazione e correzione, a filosofia dell'agire organizzato. Ai quattro progetti del Piano di Miglioramento si aggiungono un quinto progetto ed altre attività che rispondono alle indicazioni di norma ed arricchiscono l'offerta formativa garantendo continuità con le migliori tradizioni dell'Istituto.

 

PROGETTI E ATTIVITÀ

In relazione agli obiettivi prioritari evidenziati nel Piano di Miglioramento, vengono sviluppati i seguenti quattro progetti dettagliati nelle Appendici 9-13:

1)                            AZIONI DI CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA

Il Progetto si propone di ridurre, nel triennio 2016/19, la percentuale di dispersione scolastica in classe quarta e quinta, mediante le seguenti azioni progettuali (da A1 a M1) dettagliate nell'Appendice 9:  

A1ACCOGLIENZA DELLE CLASSI PRIME;

B1ORGANIZZAZIONE DI UNO SPORTELLO DI ASCOLTO CON LA PRESENZA DI UN ESPERTO IN CLASSE;

C1ORGANIZZAZIONE DI INIZIATIVE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE INTESE ANCHE COME PREVENZIONE ALLE DIPENDENZE;

D1ORIENTAMENTO IN INGRESSO DEGLI STUDENTI DELL’ULTIMO ANNO

DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO;

E1ATTUAZIONE DELL'ORIENTAMENTO DEGLI STUDENTI DEL SECONDO ANNO DEL PERCORSO DI STUDI AI FINI DELLA SCELTA CONSAPEVOLE DELL'ARTICOLAZIONE DI STUDI;

        F1      ATTIVAZIONE DI GRUPPI DI STUDIO POMERIDIANI;

G1EDUCAZIONE OSPEDALIERA O DOMICILIARE PER GLI STUDENTI CON

GRAVI PATOLOGIE COSTRETTI A RICOVERO O A LUNGHE ASSENZE;

H1GRUPPO SPORTIVO;

        I1        ORGANIZZAZIONE DI UN CORO SCOLASTICO;

        J1       LEGGERE E SCRIVERE;

K1VOLONTARI E SOLIDALI;

L1                FAI: APPRENDISTI CICERONI;M1I COLLOQUI QUOTIDIANI.

 

2)AZIONI DI MIGLIORAMENTO DEGLI ESITI DELLE MATERIE SCIENTIFICO-TECNOLOGICHE IN USCITA

DAL PRIMO BIENNIO

Il Progetto prevede di realizzare le seguenti azioni progettuali (da A2 a I2) dettagliate nell'Appendice 10:

      A2      IL NOSTRO LIBRO DI FISICA;

B2

SPORTELLI POMERIDIANI PERMANENTI;

C2

PREPARAZIONE     E     PARTECIPAZIONE    A    GIOCHI      STRETTAMENTE

CONNESSI ALLE DISCIPLINE DI STUDIO (AD ES. GIOCHI DI ARCHIMEDE

E COPPA AUREA, GIOCHI DELLA CHIMICA, DELLE SCIENZE, ECC.);

D2

ATTIVITA’ PER CLASSI APERTE IN ALCUNE UNITÀ DIDATTICHE DELLE

MATERIE SCIENTIFICHE DEL PRIMO BIENNIO;

E2

RACCORDI DISCIPLINARI DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE;

F2

A CONFRONTO CON LA SCIENZA;

G2

INCONTRO FAMIGLIE ALLIEVI DEL BIENNIO;

H2

UNITÀ DI APPRENDIMENTO NELL'OTTICA DELLA CONTINUITÀ TRA

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO;

I2

LA MATEMATICA IN PARALLELO.

 

3)POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE IN LINGUA INGLESE DEL SECONDO BIENNIO E DELL'ULTIMO ANNO DEL PERCORSO DI STUDI

Il progetto prevede di realizzare le seguenti azioni progettuali (da A3 a F3) dettagliate nell'Appendice 11:  

A3

CERTIFICAZIONE E CONOSCENZA LINGUA INGLESE;

B3

CONFERENZE E INCONTRI IN LINGUA INGLESE PER LE CLASSI QUINTE;

C3

ATTIVITÀ CLIL IN PARALLELO A QUESTA AZIONE PROGETTUALE È

PREVISTA LA CONTINUAZIONE DEL CORSO DI INGLESE PER I DOCENTI;

D3

L'INGLESE PER IL LAVORO;

E3

ESPERIENZA DI STUDIO IN UN PAESE ANGLOFONO;

F3

CORSO DI LINGUA TEDESCA.

 

4)OTTIMIZZAZIONE DEL RAPPORTO CON IL MONDO DEL LAVORO

Il Progetto prevede di realizzare le seguenti azioni progettuali (da A4 a G4) dettagliate nell'Appendice 12:

A4          INIZIATIVE DI ORIENTAMENTO AL MONDO DEL LAVORO;

B4         ALTERNANZA SCUOLA LAVORO E STAGE ESTIVI SIA IN ITALIA CHE

ALL'ESTERO: GERMANIA, GRAN BRETAGNA E PAESI ANGLOFONI;

C4

MODULI DI APPROFONDIMENTO E POTENZIAMENTO;

D4

FORMAZIONE SICUREZZA;

E4

INFORMATION       AND       COMMUNICATION       TECHNOLOGIES        COME

STRUMENTO DI CONNESSIONE INTERDISCIPLINARE NELLA SCIENZA E

NELLA SOCIETÀ COMPLESSA DELL’INFORMAZIONE;

F4

LABORATORIO TERRITORIALE PER L’OCCUPABILITA’ (MULTILAB  -

AZIONE SUBORDINATA AL FINANZIAMENTO DEL MIUR) – FAB-LAB;

G4

BASI DI FISIOLOGIA DEI SISTEMI BIOLOGICI ED ELETTROFISIOLOGIA

PER L'ELETTRONICA BIOMEDICA.

 

5)DALLE INDICAZIONI DI NORMA ALLE SCELTE EDUCATIVE E DIDATTICHE

Il Progetto prevede di realizzare le seguenti azioni progettuali (da A5 a C5) dettagliate nell'Appendice 13:  

      A5      UTILIZZO NUOVE TECNOLOGIE NELLA DIDATTICA;

B5 EDUCARE ALLA PARITA' DI GENERE E CONTRASTARE IL BULLISMO;C5 EDUCAZIONE STRADALE.

 

ALTRE INIZIATIVE

 

Oltre alle azioni sopra elencate, per gli studenti vengono previste, qualora ritenute di volta in volta interessanti dagli stessi docenti, le seguenti attività di ampliamento dell’offerta formativa:

  •         partecipazione a concorsi: viene prevista la partecipazione ad alcuni concorsi cui possano dare adesione i docenti direttamente interessati. Detta partecipazione andrà di volta in volta concordata con il Dirigente Scolastico, anche in relazione alle spese eventualmente da sostenere e all’organizzazione delle modalità di realizzazione. Dette partecipazioni, per evidenti motivi di tempistica, non sono al momento programmabili nel dettaglio;
  •         qualora siano previste uscite didattiche nell’arco della mattinata viene richiesto il consenso scritto delle famiglie e dei colleghi che nella stessa giornata perdono ore di lezione. Per uscite della durata temporale superiore alla mattinata viene richiesta, oltre all'autorizzazione scritta dei genitori, la delibera del Consiglio di classe;
  •         donazioni di sangue: proseguirà, per gli studenti maggiorenni e il personale dipendente, l'iniziativa della donazione di sangue già effettuata negli scorsi anni scolastici.

 

PROGETTO: PIANO DI FORMAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE

La formazione in servizio, in quanto risorsa strategica per il miglioramento della scuola, è un diritto di tutto il personale scolastico.

In questo ambito, l’Istituto prevede una serie di azioni progettuali sotto specificate, ma intende favorire, nel contempo, anche la partecipazione ad altri percorsi formativi, liberamente scelti dai docenti ed organizzati da Enti accreditati, coerenti con le finalità dell’Istituto ed atti alla crescita personale e professionale di chi li intraprende.

In coerenza con quanto definito nel presente documento vengono previste alcune azioni di formazione del personale docente e assistente-tecnico-amministrativo dettagliate nell'Appendice 14.

 

RISORSE STRUTTURALI E STRUMENTALI

Le risorse attualmente disponibili presso l'Istituto ed il relativo piano di sviluppo sono dettagliate nella tabella dell'Appendice 15.

 

 

RISORSE PROFESSIONALI

La riforma della scuola, per dare piena attuazione al processo di realizzazione dell’autonomia, seguendo le indicazioni che emergono dal Piano dell’Offerta Formativa, definisce l'organico dell'autonomia, che comprende l’organico di diritto, a sua volta composto dai posti comuni e dai posti di sostegno e un numero di posti istituiti per «il potenziamento, l’organizzazione, la progettazione e il coordinamento» dell’attività didattica. Spetta alle scuole in coerenza con la programmazione triennale dell'offerta formativa pianificare le esigenze di detta dotazione organica e, in parallelo ad essa, le esigenze della dotazione organica del personale assistente-tecnico-amministrativo (ATA).

Nell’anno scolastico 2015/16, considerato anno di passaggio, l'organico di potenziamento assegnato all'Istituto non ha risposto appieno alle esigenze dello stesso. Le classi di concorso dei docenti di detto organico, pur essendo riferibili agli ambiti «scientifico», «laboratoriale», «linguistico», «umanistico» ed «economico e per la legalità» non hanno coperto in alcun modo le esigenze delle materie tecniche. Ora appare evidente che la richiesta di seguito riportata non sottintende alcun riferimento alla professionalità delle persone che hanno coperto i posti dell'Organico di Potenziamento nell'anno scolastico 2015/16, ma delineano le esigenze dell’Istituto in relazione al Piano di Miglioramento.

Le tabelle poste nelle Appendici 16,  17  e 18 definiscono l'organico minimo docenti e ATA necessario e sono così riassumibili: oltre all'organico di diritto conseguente al numero di classi e di iscritti, vengono richiesti:

  •         1 Docente tecnico-pratico di area meccanica a copertura dell'ufficio tecnico;
  •         10 Docenti per l'organico del potenziamento;
  •         2 Collaboratori Scolastici in più rispetto al personale attualmente in servizio per coprire le esigenze dell'Istituto Serale e diminuire il carico di lavoro derivante dall'estensione dell'edificio e dalla tipologia delle attività in esso svolte;
  •         1 Assistente Amministrativo in più rispetto al personale attualmente in servizio per coprire le esigenze dell'Istituto Serale;
  •         2 Assistenti Tecnici dell'area elettronica in più rispetto all'organico di diritto assegnato nell'anno scolastico 2015/16.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.