PROGETTO: AZIONI DI CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA

Detto progetto prevede la realizzazione delle seguenti azioni progettuali (da A1 a M1):

 

A1

AZIONE

ACCOGLIENZA DELLE CLASSI PRIME

Obiettivo

Migliorare il benessere degli studenti, favorendo il loro inserimento nella nuova realtà scolastica, prevenendo l’abbandono ed episodi di bullismo. L’attività è finalizzata alla presa di coscienza delle emozioni e dei sentimenti e quindi all’esternazione degli stessi tra i ragazzi e alla formazione del gruppo classe.

Situazione su cui interviene

L’intervento è rivolto alle classi prime nella fase d’inserimento degli studenti nella nuova realtà scolastica.

Attività previste

Attività di reciproca conoscenza sotto la guida di un esperto, attivazione di uno sportello d’ascolto.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatori:

prevedere un incontro per classe con l’esperto nella fase iniziale dell’anno scolastico;

 

assumere il parere degli studenti in merito alla validità dell'iniziativa.

 

B1

AZIONE

ORGANIZZAZIONE DI UNO SPORTELLO DI

ASCOLTO CON LA PRESENZA DI UN

ESPERTO IN CLASSE

Obiettivo

Orientare l’adolescente in difficoltà, ridurre la confusione tipica dell’età, aiutarlo a focalizzare le proprie esigenze, tenendole separate dalle pressioni di tipo sociale alle quali è sensibile.

Situazione su cui interviene

L’intervento è rivolto a tutti gli allievi che ne facciano richiesta.

Attività previste

Attivazione di uno sportello d’ascolto con un pedagogista o uno psicologo o altra persona esperta.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore: analizzare in sede di Consiglio di Classe le considerazioni di ordine generale espresse dall’esperto in merito a quanto emerso nell'incontro con gli studenti.

 

C1

AZIONE

ORGANIZZAZIONE DI INIZIATIVE DI

EDUCAZIONE ALLA SALUTE INTESE ANCHE

COME PREVENZIONE ALLE DIPENDENZE

Obiettivi

Attività 1: I MILLE VOLTI DELLA DIPENDENZA

  •         Far riflettere i ragazzi sul concetto di dipendenza in senso generale (droghe legali ed illegali, fumo, alcol, internet, giochi ecc.), sulla loro identità di adolescenti, sulla loro ricerca di autonomia e capacità di trovare delle risposte ai propri bisogni senza far ricorso a pratiche dannose per la salute psico/fisica;
  •         far incontrare genitori e insegnanti dei nostri studenti e portali a dibattere e a confrontarsi  su temi di comune interesse.

 

 

Attività 2: PREVENZIONE ALCOLISMO

  •           Prendere coscienza dei danni alla salute

diretti ed indiretti provocati dall’alcool;

  •           fare un’analisi del proprio stile di vita e, attraverso testimonianze, venire a stretto contatto con la realtà delle problematiche che si possono generare in seguito all’abuso di sostanze.

 

Attività 3: ALIMENTAZIONE, INTEGRAZIONE E

SPORT NELL’ ADOLESCENTE

  •         Sensibilizzare i giovani sull’importanza di una corretta alimentazione associata ad uno stile di vita equilibrato, in particolare in associazione ad una corretta pratica sportiva;
  •         indirizzare gli studenti, in modo ragionato e interattivo, verso scelte alimentari più consapevoli per l’ottimizzazione della resa sportiva, prevenendo, al contempo, tutte le possibili conseguenze negative di un uso errato degli integratori alimentari e/o di stili di vita poco sani.

Situazione su cui interviene

Attività 1: l’intervento è rivolto agli alunni delle classi prime, ai loro genitori ed insegnanti.

Attività 2 e 3: gli interventi sono rivolti agli allievi delle classi seconde.

Attività previste

Attività 1: Incontri con specialisti rivolti sia agli alunni, quanto ai genitori e agli insegnanti sul tema della gestione delle dipendenze e sullo sviluppo dell’autostima nei ragazzi.

Attività 2 e 3: Incontri con esperti.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore:

  •       Prevedere almeno un incontro dedicato per ognuna delle attività;
  •       assumere il parere dei rappresentanti degli

 

studenti in merito alla validità dell'iniziativa.

 

D1

AZIONE

ORIENTAMENTO IN INGRESSO DEGLI STUDENTI DELL’ULTIMO ANNO DELLA

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Obiettivi

  •         Potenziare il coordinamento tra l’attuale scuola secondaria di primo grado ed il primo biennio della scuola secondaria di secondo grado;
  •         informare i ragazzi sulle potenzialità di alcuni aspetti delle materie scientifiche previste nei piani di studio della Scuola secondaria di secondo grado;
  •         stimolare i ragazzi ad uno studio più motivato ed incoraggiarli nelle inevitabili difficoltà dei primi mesi di scuola, tramite una preventiva conoscenza delle potenzialità di alcuni aspetti delle materie previste nei piani di studio dell’istituto;
  •         favorire l’ambientamento di allievi in entrata, tramite attività di collegamento, consolidando metodologie di apprendimento già note e svilupparle in un nuovo contesto.

Situazione su cui interviene

Gli interventi sono rivolti agli alunni delle Scuole secondarie di primo grado e agli alunni delle classi prime del “Volta”.

Attività previste

  •         Realizzazione di unità di apprendimento in sinergia con alcune Scuole secondarie di primo grado anche con la collaborazione degli studenti;
  •         attività di informazione dei docenti e degli alunni delle Scuole secondarie di primo grado;
  •         corsi       laboratoriali          brevi all’interno dell’Istituto.

OBIETTIVO DI PROCESSO

Indicatori:

ANNUALE

effettuare almeno tre contatti con le Scuole secondarie di primo grado;

 

promuovere attività di orientamento tramite attivazione di un corso laboratoriale breve per ogni indirizzo per gli allievi della classe terza della Scuola secondaria di primo grado.

 

E1

AZIONE

ATTUAZIONE DELL'ORIENTAMENTO DEGLI

STUDENTI    DEL    SECONDO    ANNO     DEL

PERCORSO DI STUDI AI FINI DELLA SCELTA CONSAPEVOLE DELL'ARTICOLAZIONE DI STUDI

Obiettivo

Favorire l’orientamento e il riorientamento per i vari indirizzi e articolazioni.

Situazione su cui interviene

Allievi delle classi seconde.

Attività previste

  •         Illustrazione dell’esperienza per indirizzo e articolazione da parte degli allievi delle quinte durante un’assemblea d’Istituto;
  •         incontro illustrativo per gli alunni delle classi seconde da parte dei capi dipartimento delle competenze da raggiungere nei vari indirizzi;
  •         visita guidata dai docenti di Scienze e tecnologie applicate ai laboratori più significativi d’Istituto;
  •         eventuali         approfondimenti   sull’aspetto laboratoriale delle diverse discipline durante gli open day.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore: realizzare almeno un incontro per ognuna delle attività previste.

 

F1

AZIONE

ATTIVAZIONE    DI    GRUPPI    DI     STUDIO

POMERIDIANI

Obiettivo

Favorire la cooperazione tra studenti, la socializzazione, il recupero e il sostegno di studenti con profitto negativo o favorire una

 

corretta impostazione di studio per studenti con DSA.

Situazione su cui interviene

L’intervento è rivolto a tutti gli allievi che ne facciano richiesta.

Attività previste

Attività di sportello pomeridiano attuata da docenti dell’organico dell’autonomia o, per gli studenti con DSA, da docenti di provata esperienza nel settore specifico.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatori:

  •         attivare almeno uno sportello per la guida allo studio pomeridiano;
  •         attivare un corso pomeridiano metodologico della durata di almeno venti ore per gli studenti con DSA.

 

G1

AZIONE

EDUCAZIONE            OSPEDALIERA            O

DOMICILIARE PER GLI STUDENTI CON GRAVI PATOLOGIE COSTRETTI A

RICOVERO O A LUNGHE ASSENZE

Obiettivo

Garantire la fruizione delle lezioni in presenza dei docenti o a distanza.

Situazione su cui interviene

Alunni ospedalizzati o impossibilitati a frequentare, causa gravi patologie.

Attività previste

Docenza in ospedale o domiciliare o a distanza.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore: attivazione dell'azione progettuale  in caso di necessità.

 

H1

AZIONE

GRUPPO SPORTIVO

Obiettivo

Potenziamento delle discipline motorie e sviluppo di comportamenti ispirati a uno stile di vita sano.

Situazione su cui interviene

Tutte le classi.

Attività previste

Preparazione       motoria        ai         Campionati

 

 

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore: svolgere un numero di ore di attività che sfrutti appieno il finanziamento ministeriale disponibile, con un numero di allievi minimo di 50 unità.

 

I1

AZIONE

ORGANIZZAZIONE DI UN CORO SCOLASTICO

Obiettivo

Approfondimento musicale e della tecnica corale, socializzazione e crescita del senso di appartenenza all’Istituto.

Situazione su cui interviene

Tutti gli allievi interessati.

Attività previste

Percorso didattico di musica corale attraverso i vari generi musicali con esibizioni esterne.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore: attivazione dell’azione progettuale per almeno cinque mesi.

 

J 1

AZIONE

LEGGERE E SCRIVERE

Obiettivo

  •       Informazione, formazione,           confronto      e socializzazione;
  •       potenziamento delle competenze dell’area comunicativa e linguistica.

Situazione su cui interviene

Tutti gli allievi interessati.

Attività previste

Attività di arricchimento dell’offerta formativa connesse con la redazione di periodico on line, sotto la guida di un docente e lo sviluppo di competenze di lettura (es.: azione progettuale “Damatrà”)e scrittura (es.: Laboratorio di giornalismo).

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatori:

  •         pubblicare almeno 2 numeri per anno scolastico;
  •         realizzare almeno due azioni progettuali all'anno.

 

K1

AZIONE

VOLONTARI E SOLIDALI

Obiettivi

  •         Far maturare nei ragazzi il senso della solidarietà e la consapevolezza che

l'impegno diretto può portare frutti;

  •         raccogliere fondi per beneficenza finalizzati:

-        a garantire il sostegno economico alle adozioni a distanza effettuate dagli studenti e dal personale dell'Istituto presso l'Hogar del Nino Minusvalido di Quetzaltenango;

-        a garantire un sostegno economico ad eventuali altre realtà bisognose;

-        a stimolare le attività di volontariato.

Situazione su cui interviene

Alcune classi dell’Istituto.

Attività previste

Organizzazione di un Mercatino di solidarietà e lotteria scolastici.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore: organizzare almeno una iniziativa di solidarietà.

 

L1

AZIONE

FAI: APPRENDISTI CICERONI

Obiettivo

  •         Educare alla fruizione dell’arte e far conoscere il patrimonio artistico-culturale del territorio, attraverso la partecipazione degli studenti quali ciceroni;
  •         promuovere lo sviluppo di competenze argomentative e relazionali.

Situazione su cui interviene

Tutti gli allievi interessati.

Attività previste

  •         Corso di preparazione organizzato dal FAI. Visite guidate ad opera degli alunni;
  •         coordinamento da parte di un docente dell'Istituto.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore: partecipazione all'iniziativa almeno una decina di studenti.

di

 

M1

AZIONE

I COLLOQUI QUOTIDIANI

Obiettivo

Favorire la motivazione allo studio e responsabilizzare gli alunni, rendendoli consapevoli della possibilità di superare le situazioni difficili mediante il dialogo con l’adulto.

Situazione su cui interviene

Tutti gli allievi che ne abbiano bisogno.

Attività previste

Disponibilità, durante i due intervalli,  da parte di docenti e DS al dialogo didattico educativo con gli alunni, per affrontare le difficoltà dei ragazzi sia sul piano didattico che relazionale.

OBIETTIVO DI PROCESSO ANNUALE

Indicatore: disponibilità di almeno il 50% dei docenti in servizio a dedicare il tempo degli intervalli all’ascolto e al dialogo con gli studenti.

 

INDICATORI E RISULTATI ATTESI al termine del triennio 2016/2019

Si prevede che l'attivazione delle azioni progettuali sopra rappresentate, riferibili al progetto Azioni di contrasto alla dispersione scolastica,possa portare nel triennio 2016/19, alla riduzione della percentuale di dispersione scolastica in classe quarta e quinta.

INDICATORE DI RISULTATO

RISULTATO ATTESO AL TERMINE

DELL'ANNO SCOLASTICO 2018/19

Riduzione % dispersione nel triennio

Diminuzione

  •         del dato percentuale di classe quarta, attualmente pari al 2,7%;
  •         del dato percentuale di classe quinta attualmente pari al 6,9%.

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.