TABELLA PER L'ASSEGNAZIONE DEI VOTI

 

VOTO

CONOSCENZE

ABILITA’

COMPETENZE

1

Nessuna: l’allievo rifiuta la prova.

Nessuna: l’allievo rifiuta la prova.

Anche se sollecitato, non accetta di provare ad esprimersi né oralmente né per iscritto.

2

L’allievo accetta di farsi valutare ma non esprime alcuna conoscenza.

Nessuna, anche se guidato.

Anche se prova ad esprimersi, non riesce a produrre alcunché, né oralmente né per iscritto.

3

L’allievo dà prova di una conoscenza dei contenuti disciplinari pressoché nulla.

Anche se guidato, non comprende il senso di una informazione, non sa operare analisi e sintesi e riconoscere relazioni di causaeffetto.

Anche se continuamente sollecitato, si esprime verbalmente e per iscritto in modo frammentario, illogico e sconnesso.

4

L’allievo dà prova di una conoscenza molto frammentaria dei contenuti disciplinari.

Saltuariamente ed in modo incompleto, anche se guidato, comprende il senso di una informazione, opera analisi e sintesi e riconosce relazioni di causa-effetto.

La sua produzione verbale e scritta è complessivamente frammentaria ed imprecisa.

5

L’allievo dà prova di

una conoscenza parziale e superficiale dei contenuti della materia.

I contenuti non sono stati assimilati in modo adeguato, sa applicare parzialmente le conoscenze acquisite. L’apprendimento risulta mnemonico, l’impegno saltuario.

La sua produzione verbale e scritta è parziale e non sempre precisa; capacità applicative modeste evidenziate da frequenti errori

6

L’allievo ha una conoscenza dei contenuti irrinunciabili  della disciplina e della

Comprende il senso di una informazione. Sa applicare le conoscenze acquisite in modo sostanzialmente corretto

L’allievo è in grado di organizzare con suggerimenti limitati un discorso di struttura semplice ma corretta.

 

terminologia specifica. Detti contenuti irrinunciabili fanno riferimento ai contenuti minimi disciplinari individuati dal

Collegio dei Docenti.

ma non del tutto autonomo. Se guidato riesce ad operare analisi

e sintesi a livello elementare. Sa applicarsi diligentemente secondo procedure.

 

7

L’allievo dà prova di padroneggiare il complesso dei contenuti della materia.

Comprende in modo autonomo il senso di una informazione e la riorganizza con chiarezza e ordine. E’ in grado di operare analisi e sintesi in modo corretto e in relazione ai contenuti disciplinari.

Organizza un discorso logicamente strutturato e corretto dal punto di vista linguistico.

8

L’allievo possiede una conoscenza completa e ben organizzata della materia.

Comprende rapidamente

il senso di una informazione e la riorganizza con chiarezza e ordine. Sa applicare le conoscenze in modo autonomo. E’ in grado di operare analisi e sintesi in modo corretto e in relazione ai contenuti disciplinari.

Organizza un discorso logicamente strutturato e corretto dal punto di vista linguistico, rivelando una buona padronanza dei termini specifici.

9

L’allievo dà prova di una padronanza dei contenuti della materia integrata con alcune conoscenze personali.

In aggiunta alle capacità già descritte per il voto 8, organizza analisi e sintesi e riconosce relazioni di causa ed effetto. E’ in grado di instaurare rapporti all’interno della materia.

Organizza un discorso logicamente strutturato e corretto dal punto di vista linguistico usando un lessico ricco ed appropriato.

10

L’allievo dà prova di padroneggiare i contenuti della materia integrati con ampie conoscenze personali.

In aggiunta alle capacità già descritte per i voti 8 e 9, formula giudizi sostenuti da argomentazioni adeguate, rivela intuizione e capacità critica, applica quanto studiato a nuove situazioni.

Organizza un discorso autonomo, logicamente strutturato e corretto dal punto di vista linguistico usando un lessico ricco ed appropriato.

 

Per le attività didattiche pratiche la valutazione sarà organizzata dai docenti interessati in stretta correlazione logica con la tabella docimologica sopra rappresentata.

 

INDICATORI PER LA VALUTAZIONE PER L'IRC

Per l'Insegnamento della Religione Cattolica non è prevista, a tutt'oggi, la valutazione numerica in uso invece per le altre discipline scolastiche (art. 309 Testo Unico).

Pertanto, per la valutazione degli studenti che si avvalgono dell'IRC, si procederà basandosi in primo luogo sull'interesse, l'impegno, l'assiduità e la partecipazione al dialogo educativo e al contributo personale durante le lezioni e nelle attività proposte. In secondo luogo saranno considerate anche le capacità di analisi, di riflessione e di esposizione sui punti più significativi delle tematiche e degli argomenti specifici sviluppati nelle lezioni.

Per la valutazione per l’IRC in pagella si utilizzano le seguenti voci:

MOLTISSIMO (MT)MOLTO (ML)SUFFICIENTE (SUF)SCARSO (SC)

Le singole valutazioni tengono conto dei seguenti criteri di riferimento:

MOLTISSIMO: lo studente dimostra vivo interesse per la disciplina, partecipa assiduamente e con impegno più che positivo all’attività didattica, rivela buone conoscenze, esprimendosi con un linguaggio specifico corretto ed adeguato.

MOLTO: lo studente dimostra interesse per la disciplina, partecipa in modo adeguato e con impegno all’attività didattica, rivela buone conoscenze esprimendosi con un linguaggio corretto.

SUFFICIENTE: lo studente dimostra interesse parziale e incostante per la disciplina, partecipa in modo e con un impegno saltuari all’attività didattica, evidenzia conoscenze parziali e lacunose esprimendosi con un linguaggio parzialmente corretto.

SCARSO: lo studente dimostra scarso o nessun interesse per la disciplina, non partecipa all’attività didattica, non collabora con il docente ed i compagni, le conoscenze risultano totalmente inadeguate e il linguaggio inappropriato.

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.